Ance Palermo
Ance Palermo

COMUNICAZIONE

News

 

Data: 18/05/2015

 

Image Field

CASSA EDILE: OBBLIGO D'ISCRIZIONE SUSSISTE INDIPENDENTEMENTE DAL CCNL APPLICATO

L’ANAC (Autorità nazionale anticorruzione), con il parere di precontenzioso n.12 del 18/2/2015, ha chiarito che solo l’impresa che esegue esclusivamente lavorazioni non rientranti nel comparto edile è legittimata all’applicazione ai propri lavoratori del CCNL dei metalmeccanici ed è esentata dall’iscrizione alla Cassa Edile. In tutti gli altri casi vige il principio generale, secondo cui le imprese che eseguono appalti di lavori pubblici sono obbligate ad iscrivere i propri lavoratori alla Cassa Edile territorialmente competente, indipendentemente dal CCNL in concreto applicato. In particolare, l’Autorità, nel citato parere, evidenzia che tale obbligo di iscrizione, previsto dal Codice dei Contratti sia nell’art.118, comma 6, sia nell’art.40, comma 6 lett. d), impone a tutte le «imprese che eseguono appalti di lavori pubblici» l’iscrizione dei lavoratori alla Cassa Edile territorialmente competente, indipendentemente dal comparto di riferimento. Ne consegue che le stazioni appaltanti devono ben considerare che il principio generale è quello dell’iscrizione alla Cassa Edile per tutte imprese che eseguono i lavori pubblici, ciò anche al fine di inserire nel bando la specifica clausola prevista nel modello di bando tipo n.2/2014, predisposto ai sensi dell’art. 64, comma 4-bis, del Codice, che prevede la seguente formula: «applicazione ai lavoratori coinvolti nei lavori oggetto del presente bando di gara del contratto nazionale e territoriale dell’edilizia sottoscritti dalle associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale».

 


image Scarica Allegato