Ance Palermo
Ance Palermo

18-07-2018

Grave illecito professionale: una proposta di Ance e Confindustria

L’art. 80, comma 13, del d.lgs. 18.4.2016 n. 50 prevede che l’ANAC, con proprie linee guida, possa precisare i mezzi di prova adeguati a comprovare le circostanze di esclusione in esame e individuare quali carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto possano considerarsi come “grave illecito professionale”.

Sulla base di tale previsione, l’Autorità ha predisposto le Linee guida n.6, recanti «Indicazione dei mezzi di prova adeguati e delle carenze nell’esecuzione di un precedente contratto di appalto che possano considerarsi significative per la dimostrazione delle circostanze di esclusione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice» (delibera n. 1293 del 16 novembre 2016 - delibera n. 1008 dell’11 ottobre 2017).Questo documento è di estrema rilevanza per le imprese perché interviene sulla più delicata tra le cause di esclusione dalle gare d’appalto e si presta al rischio di eccessi interpretativi da parte delle stazioni appaltanti, chiamate a decidere sul “come” e sul “quando” fare scattare l’esclusione dalla gara.

Per questo motivo il presidente di Ance, Gabriele Buia, e il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, hanno presentato al presidente di ANAC, Raffaele Cantone, una proposta di modifica delle Linee Guida, al fine di risolvere le principali criticità.

Conoscere le criticità delle Linee Guida e la proposta di Ance e Confindustria può essere utile alle imprese anche per meglio potersi difendere da eventuali abusi. In allegato il testo della proposta di modifica.




Osservazioni_Linea Guida ANAC 6 def.pdf image Scarica Allegato